Apr 12, 3 anni ago

The Secret Book of The Old School Training

“Oggi si vedono tanti ragazzi osannare le loro alzate e il loro fisico. C’è chi in un anno aumenta di 100 kg il suo massimale negli stacchi da terra o nello squat, chi in un anno arriva a superare i 40 cm di braccia e chi supera i 100 kg nelle distensioni su panca piana con bilanciere. Di quanti di loro puoi dire che sono persone che non usano steroidi anabolizzanti? Questa parola è diventata un tabù. La si sussurra pronunciandola flebilmente, ma si bada bene a tenersene alla larga per non essere tacciati di invidia, gelosia, incompetenza o quant’altro. È più semplice allenare un dopato che un natural semplicemente perché dove fallisce la programmazione del trainer interviene in aiuto la chimica.

[…]

Qui troverai tutte le schede consigliate dai culturisti dell’era pre-steroidi, troverai le schede dei culturisti prima del 1950. Il culturismo in quell’epoca era fuori moda e non si perdeva troppo tempo ad alimentarsi bene come oggi. Se loro sono riusciti ad ottenere un fisico invidiabile, non pensi forse che riuscirai ad ottenerlo anche tu con le possibilità alimentari e pesistiche di oggi?”

Questo è un estratto del nuovo libro di McRobert e di Kubik, un ritorno al passato, all’old school training. Pochissimi fronzoli, poca teoria e molta pratica basata su risultati. Ho avuto modo di leggere questo libro e sono rimasto stupefatto, perché ho sentito sapori ed odori persi nei miei ricordi, di quando lessi Brawn nel 1995 e fu la luce in fondo al tunnel (e non erano i fari di un TIR).

Ma principalmente sono rimasto stupefatto perché questo libro, trasudante di questo old style alla McRobert e alla Kubik non è stato scritto né da McRobert, né da Kubik, ma da due ragazzi che ho il piacere di conoscere, due giovanissimi autori che hanno ricreato qualcosa che, semplicemente, si era perso, con una assoluta credibilità.

clip_image002

The Secret Book Of Old Training (se cliccate sull’immagine arrivate alla pagina web del libro) è così un prodotto fuori dagli schemi: un e-book sull’allenamento di 70, 80, 90, 100 anni fa, scritto da autori nuovissimi con lo stile di Arthur Johnes.

Il libro è stracolmo di schede di allenamento del passato, descritte grazie alla storia di chi per primo le ha praticate, di esercizi che oggi non si vedono più, della storia di campioni del Bodybuilding e del Bodybuilding stesso.

Il libro rende perciò merito al Bodybuilding, illustrandone una Storia che proviene da un passato estremamente remoto, impensabile ai giorni nostri: il nostro “andare in palestra” deriva dai film di Arnold se va bene, o dai mostri meta-umani come Cutler o Coleman, esseri che oramai poco hanno a che spartire con l’homo sapiens sapiens. Si pensa così al Bodybuilding come a una attività nata negli anni… ’80? ’70? Toh… ’60. In realtà il Bodybuilding è documentato fin da fine ‘800 e il libro perciò ha il merito di mostrare come tutti noi, appassionati di “palestra”, facciamo parte di una cultura ultracentenaria.

In un mondo della palestra che va verso una parossistica ricerca della “scientificità”, che se non c’è uno studio scientifico uno manco muove un dito, se non c’è una ricerca nessuno mette il culo su una panca o le spalle sotto un bilanciere, questo libro va assolutamente controcorrente, rimettendo la barra a dritta su quello che serve per allenarsi e ottenere risultati.

Perché alla fine, è da 100 anni che sappiamo cosa serve per diventare forti e grossi. Di sicuro oggi sappiamo quale sia il meccanismo che fa aumentare l’IGF-1 o inibisce l’aromatasi o provoca una increzione del testosterone piuttosto che del cortisolo, nel 1920 di sicuro non lo sapevano eppure erano grossi e forti lo stesso.

Perciò…

“Ti aspetti che ti spieghiamo la differenza tra fibre rosse, bianche, fibre di tipo IIx? Vuoi apprendere se l’iperplasia è reale o è fantasia? Se anche tu sei un curioso di natura e un ricercatore universitario, beh, sei nel posto errato, amico. Ci sono altri libri per queste cose. E forse lo faranno anche meglio, e non è l’obiettivo di questo corso che hai tra le mani. Libri che ti riempiono di nozioni: il cervello cresce e il corpo si rimpicciolisce. Qui ti trasmetteremo solo tanta pratica, schede per raggiungere la tua immensità.”

Questo libro ha una sua identità, che viene da un passato che oggi si è perso, e perciò a questo libro va tutta la mia fiducia.

clip_image004

Cliccate sull’immagine e arriverete al gruppo di discussione su Facebook

Condividi "The Secret Book of The Old School Training" via

Nessun commento presente.

Commenta

Cat-Title

Giu 9, 2 settimane ago

L’ercolina, 2

    DCSS PowerMechanics For Power Lifters parla, per oltre 750 pagine, della biomeccanica dei principali esercizi della palestra: il libro è a colori e ci sono almeno 2 disegni a pagina, oltre 2000 in tutto il libro, rispetto ai 20, 30 di …

Read   Comments are off
Giu 8, 2 settimane ago

L’ercolina, 1

    DCSS PowerMechanics For Power Lifters parla, per oltre 750 pagine, della biomeccanica dei principali esercizi della palestra: il libro è a colori e ci sono almeno 2 disegni a pagina, oltre 2000 in tutto il libro, rispetto ai 20, 30 di …

Read   Comments are off
Apr 27, 2 mesi ago

Stacco, facciamo chiarezza!

    DCSS PowerMechanics For Power Lifters parla, per oltre 750 pagine, della biomeccanica dei principali esercizi della palestra: il libro è a colori e ci sono almeno 2 disegni a pagina, oltre 2000 in tutto il libro, rispetto ai 20, 30 di …

Read   Comments are off
Apr 4, 3 mesi ago

Project University!

Read   Comments are off
Apr 4, 3 mesi ago

L’essenza della panca

    DCSS PowerMechanics For Power Lifters parla, per oltre 750 pagine, della biomeccanica dei principali esercizi della palestra: il libro è a colori e ci sono almeno 2 disegni a pagina, oltre 2000 in tutto il libro, rispetto ai 20, 30 di …

Read   Comments are off
Mar 31, 3 mesi ago

Leg e ancora leg…

    DCSS PowerMechanics For Power Lifters parla, per oltre 750 pagine, della biomeccanica dei principali esercizi della palestra: il libro è a colori e ci sono almeno 2 disegni a pagina, oltre 2000 in tutto il libro, rispetto ai 20, 30 di …

Read   Comments are off