Nov 5, 6 anni ago

3 Dicembre 2011: GO!

clip_image002

Questa è la volta buona. Definitiva. Il libro… è finito! Sabato 3 Dicembre 2011 ci sarà l’anteprima nazionale a Figline Valdarno, la sede dell’editore, dove l’autore, io, me medesimo, Paolino l’ing. Fissato, presenterò il libro parlando dei contenuti.

L’incontro sarà dalle 15 alle 18, ma se non mi fermate può continuare anche dopo, pizza compresa. Il programma… non c’è ancora, devo pensarlo e lo conoscerete a breve. Perché voglio raccontarvi cose interessanti. E vi giuro che sarà così.

Per adesso, vorrei fare una riflessione.

Molti in questi anni mi hanno ringraziato per aver messo sempre a disposizione contenuti interessanti, gratuitamente. Molti si sono anche chiesti il perché, alcuni anche con diffidenza.

È sempre stata una scelta ben precisa, non sono affetto né dalla sindrome del buon samaritano, né dalle paranoie anti-establishment del voler dare informazioni ai popoli per far prendere loro coscienza e scatenare la Grande Rivoluzione del Fitness.

Io ho sempre scritto perché… sentivo di avere cose da scrivere. Mi sono posto delle domande, le domande di tutti nel mondo della palestra, e ho cercato di dare le risposte come avrei voluto leggerle ma che non ho mai letto.

Le ho diffuse su Internet in maniera gratuita volontariamente , proprio per farle circolare, per farle conoscere. Non ci sarebbe stato altro modo. Immaginate se avessi scritto Il Ciclo Russo e a metà ci fosse stato scritto “se volete continuare a leggere, sono 5 euro” o “iscrivetevi a questo corso”. Avrei ottenuto… quanti… 10 lettori, 20, 30? Il Ciclo Russo è oggi un parametro di confronto, amato, detestato, ma è un riferimento.

Questo approccio è il modello di Google, o di Linux se volete, non quello di Microsoft: diffondere qualcosa in cui si crede, il giudizio del pubblico crea uno standard di fatto. Infatti, del Ciclo Russo tutti ne parlano, anche se io non ne parlo più. Ma se ne parlano, se sopravvive al suo creatore, è perché evidentemente vale qualcosa per il pubblico, che è meno stupido di quanto si pensi…

Così per tutto mio materiale. Diffonderlo, farlo passare per la critica dei lettori, lo ha arricchito. Io mi sono arricchito, grazie a tutti voi. E, per quanto ad alcuni possa non piacere, le mie idee hanno preso piede, sono oramai note e riferimento di discussione. E lo sono non più fra gli utilizzatori, ma anche fra i PT, i preparatori, i tecnici del settore. Diffonderle gratuitamente ha creato cioè un movimento, di analisi, critica, contestazione, approvazione ben più ampio che a farle pagare.

Lo so che così facendo la gavetta è stata molto lunga, però non ci sarebbero state alternative. Se non avessi fatto così, questo libro non sarebbe mai nato perché sarei stato uno sconosciuto e l’editore non avrebbe mai finanziato un progetto del genere.

clip_image004

Ringrazio pertanto Sandro Ciccarelli, il mio editore, perché ha creduto in questo progetto. E mi ha lasciato sempre campo libero, in tutto. Anche in questo incontro di presentazione che è “a modo mio”.

clip_image006

Due pagine del libro. L’impaginazione, la qualità dei disegni, sono un nuovo standard. I contenuti sono un nuovo standard. Non fa parte del mio carattere esaltare quello che faccio, ma nemmeno essere falsamente modesto: il libro stabilisce un nuovo riferimento per questo mercato e in positivo o in negativo i prossimi testi ci si dovranno confrontare.

Perché questo libro nasce con un processo creativo del tutto differente dal solito, nasce dal basso, in maniera concertata, tramite le voci di centinaia di lettori del blog che mi hanno permesso di migliorare, di imparare, di concentrarmi sugli argomenti utili. L’intero blog è stato così la “brutta” per il libro, è servito a creare le 750 pagine che lo compongono. Potete anche non comprarlo e leggervi la mole enorme di roba scritta negli anni con i disegni pixelati, oppure leggervi la “bella” con un ben preciso filo logico in cui articoli slegati fra loro assumono invece la loro consequenzialità logica.

Chiunque voglia affermare “io ci capisco di pesi” deve conoscere almeno quello che è qui dentro. Almeno. Perciò il libro deve rispondere a domande astruse come “cosa è lo sticking point” ma anche “come faccio ad aumentare la presa nello stacco?” o “tizio mi ha detto che nella panca è meglio fermarmi a 5 cm dal petto, è vero?”. Per questo i capitoli sfiorano la maniacalità.

Questo incontro è GRATUITO per scelta… e per sfida: solitamente nessuno dà valore alle cose gratuite, ma chi viene non deve avere quell’ansia tipica di quando paga per un corso e allora deve per forza sentirsi dire cose interessanti, nuove, in modo che la cifra spesa sia ripagata. Chi viene deve essere rilassato, come ad una festa.

Più sarete, più avrete contatti con persone che amano come voi “fare i pesi” e, veramente, vorrei che foste un centinaio e passa, da far scoppiare la sala riunioni. Ovvio, io spero che il libro poi lo compriate, ma non è obbligatorio, credetemi. Dovete essere contenti di acquistarlo perché ascoltandomi vi ho convinto a farlo. L’acquisto è una manifestazione di fiducia e non un semplice mio guadagno: se avessi voluto “fare i soldi” di sicuro non avrei perso tempo per 4 anni a svariate, troppe, ore a

Condividi "3 Dicembre 2011: GO!" via

Nessun commento presente.

Commenta

Cat-Title

Set 19, 2 giorni ago

La stori(ell)a dell’adduzione delle scapole

Se ti è piaciuto questo articolo, lo stile del Meeting DCSS (doppio come puoi ben vedere) è lo stesso: 1° giornata, Biomeccanica dei 3 Big, 2° giornata, la Scienza dell’allenamento in palestra. Cliccando sul banner puoi accedere alla pagina del…

Read   Comments are off
Set 8, 2 settimane ago

Misuriamo i femorali

Se ti è piaciuto questo articolo, lo stile del Meeting DCSS (doppio come puoi ben vedere) è lo stesso: 1° giornata, Biomeccanica dei 3 Big, 2° giornata, la Scienza dell’allenamento in palestra. Cliccando sul banner puoi accedere alla pagina del…

Read   Comments are off
Set 7, 2 settimane ago

Il chinesiologo e il cardiochirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo, lo stile del Meeting DCSS (doppio come puoi ben vedere) è lo stesso: 1° giornata, Biomeccanica dei 3 Big, 2° giornata, la Scienza dell’allenamento in palestra. Cliccando sul banner puoi accedere alla pagina del…

Read   Comments are off
Ago 24, 4 settimane ago

I femorali corti

Se ti è piaciuto questo articolo, lo stile del Meeting DCSS (doppio come puoi ben vedere) è lo stesso: 1° giornata, Biomeccanica dei 3 Big, 2° giornata, la Scienza dell’allenamento in palestra. Cliccando sul banner puoi accedere alla pagina del…

Read   Comments are off
Ago 14, 1 mese ago

DCSS – Ginocchio e squat

Se ti è piaciuto questo articolo, lo stile del Meeting DCSS (doppio come puoi ben vedere) è lo stesso: 1° giornata, Biomeccanica dei 3 Big, 2° giornata, la Scienza dell’allenamento in palestra. Cliccando sul banner puoi accedere alla pagina del…

Read   Comments are off
Ago 3, 2 mesi ago

Le forze nella panca, 2

Se ti è piaciuto questo articolo, lo stile del Meeting DCSS (doppio come puoi ben vedere) è lo stesso: 1° giornata, Biomeccanica dei 3 Big, 2° giornata, la Scienza dell’allenamento in palestra. Cliccando sul banner puoi accedere alla pagina del…

Read   Comments are off